Professione "Tata", come diventare una professionista

La tata è da sempre una figura importante per le famiglie che hanno bisogno di assistenza domestica per la crescita, l'accudimento e l'intrattenimento dei propri figli.


Il ruolo che ha oggi la tata di professione non va confuso con la baby sitter che si occupa per qualche ora di far divertire i bambini in attesa del ritorno dei genitori, ma ha un vero e proprio scopo sia emotivo che intellettuale nella crescita degli infanti. 

Oggi, infatti, è possibile diventare tate professioniste. 

Il modello della tata professionista che si occupa dell'educazione dei bambini, lo abbiamo visto già qualche anno fa nel programma della rete La7, SOS Tata, in cui tre tate di professione aiutavano le famiglie a districarsi tra i problemi di figli ribelli o indisciplinati. Le tate di SOS Tata insegnavano il valore dell'ascolto, fornivano consigli per la soluzione di problemi e suggerivano regole da rispettare sia ai bambini che agli adulti. 
L'aiuto offerto dalle protagoniste di SOS Tata è frutto, come lo è per le tate di professione, di uno studio non solo dei problemi educativi dell'infanzia, ma anche di uno studio riguardante la prima istruzione dei bambini. 

Vediamo, nel dettaglio, chi può diventare una tata professionista, cosa significa esserlo e a quanto potrebbe ammontare il relativo guadagno. 

Chi può diventare una Tata professionista? 

Può diventare Tata professionista chi ha avuto una formazione da educatrice, chi è già maestra d'asilo o chi ha semplicemente esperienza nella crescita e nell'educazione dei bambini o dei preadolescenti. 

Cosa significa essere una Tata professionista?

Essere una Tata professionista significa insegnare ai bambini l'importanza di riordinare la propria stanza, mettere a posto i giochi e l'importanza dell'igiene e della pulizia, soprattutto se si ha a che fare con i primi mesi di vita di un bambino. Questa figura è in grado di curare attivamente lo sviluppo sociale, intellettuale ed emotivo dei bambini, partecipando anche all'insegnamento del linguaggio e delle capacità motorie. E' un'esperta in grado di soddisfare le esigenze dei bambini così da aiutarli a crescere nel modo giusto. 

Come diventare una Tata professionista

Per diventare una Tata professionista sono necessarie lauree specifiche o diplomi magistrali. Una laurea che per esempio può essere utile se vuoi diventare una Tata di professione è quella in Scienze della Formazione Primaria. Il corso di Laurea fornisce le conoscenze teoriche e metodologiche relative ai diversi ambiti formativi, per consentire agli studenti di avere una formazione sociologica, pedagogica, psicologica e così via. Il corso di studio è finalizzato all'apprendimento degli aspetti cognitivi e socio-relazionali affinchè l'educatore possa: 
-contribuire all'educazione del bambino; 
-promuovere lo sviluppo dell'identità;
-favorire un apprendimento autentico, significativo e duraturo. 

All'estero in particolare la Tata di professione è considerato un vero e proprio lavoro, tant'è che esiste alla Sullivan University il corso denominato "Nanny Program". Il corso dura 12 mesi e per frequentarlo è necessario iscriversi al Dipartimento di Early Childhood Education e ha un costo di circa 27 mila dollari. Per conseguire il titolo di studio è necessario accumulare 66 crediti formativi. L'apprendimento è diviso tra corsi teorici e attività volte all'apprendimento esperenziale, quindi grazie ad attività sul campo gli studenti potranno effettivamente testare quanto appreso nel corso di studi. 

Se invece volete restare in Italia e non avete né un diploma magistrale né una laurea in Scienze della Formazione Primaria potete iscrivervi alla Nanny & Butler Academy. La Nanny & Butler Academy ha sede a Roma ed è la prima Accademia Nazionale per la formazione di Tate, Assistenti per gli anziani, Domestici e Maggiordomi. Ogni corso alla Nanny & Butler Academy avrà una durata massima di 250 ore, alla fine del quale gli studenti dovranno superare un esame sia pratico che teorico. Per quanto riguarda i corsi di formazione per le Tate, vengono insegnate tutte le materie inerenti alla cura del bambino, concentrandosi in maniera particolare sui primi tre mesi del bambino, con un focus sull'allattamento, lo svezzamento, l'uso del "vasino", le attività di giochi consigliati in base alla fascia d'età e così via. Le lezioni sono perlopiù di carattere teorico, vengono infatti fornite nozioni di base riguardo l'ambito pedagogico, psicologico e sanitario della prima infanzia. Si devono studiare anche date nozioni fondamentali per il primo soccorso, tecniche di relazione con i genitori e molto altro. 

Quanto guadagna una Tata professionista?

Prima del 2002 l'Inps non riconosceva la categorie delle tate, considerandole nell'insieme di "lavoratori domestici", cioè tutti i professionisti che offrono servizi alle famiglie. Dal primo Gennaio 2002 invece, è stata stilata una tabella delle tariffe minime di retribuzione. La retribuzione varia a seconda del livello d'esperienza della professionista e in base alle ore di lavoro. Le fasce di retribuzione (al netto dei contributi) per tate e baby-sitter sono così suddivise:

- Livello A: E' il livello per chi ha meno di 12 mesi di esperienza e necessità di avere un affiancamento nelle ore di lavoro, il guadagno è di 4,33 €/h;
- Livello A super: Per chi ha meno di 12 mesi di esperienza, ma è autonomo nel seguire i bambini, il guadagno è di 5,10€/h;
- Livello B: Se si ha più di 12 mesi di esperienza, ma si ha bisogno di una persona di affiancamento, il guadagno è di 5,42 €/h;
- Livello B super: Bisogna avere più di 12 mesi di esperienza, ma essere autonomi nel seguire i bambini, il guadagno è di 5,74€/h;
- Livello C: Per le persone con oltre 12 mesi di esperienza e autonomia nel seguire i bambini, il guadagno è di 6,06 €/h;
- Livello C super: Con oltre 12 mesi di esperienza e con la capacità di seguire in modo autonomo i bambini, il guadagno è di 6,37 €/h;
- Livello D: E' per le tate con formazione specifica, con oltre 12 mesi di esperienza e in grado di seguire i bambini non autosufficienti, il guadagno è di 7.36€/h;
- Livello D super: Per chi ha una formazione specifica e certificata, con oltre 12 mesi di esperienza, ed è in grado di seguire bambini non autosufficienti o con particolari problemi, il guadagno è di 7,68€/h. 

In media, possiamo dire che, se adeguatamente formata, una tata può arrivare a guadagnare più di seimila euro, nel Nordland College inglese le tate arrivano a guadagnare oltre 50/60 mila sterline. 

Se quindi il tuo obiettivo è quello di diventare una tata professionista, se la tua passione sono i bambini, se sei dotata di pazienza e tanta voglia di aiutare a crescere le nuove generazioni, non ti resta che scegliere il percorso di formazione più adatto alle tue esigenze oppure cominciare a fare pratica lavorando grazie al portale Family-Sitter.com , iscriviti subito, è gratis!


Data: 10-07-2017
© Family-Sitter 2017 - Kirim Srl - P. IVA e C.F. 10791731002